Al-Qusayr, (TMNews) - Sono almeno 2.000 i siriani negli ultimi giorni scappati in Libano, secondo l'Agenzia Onu per i rifugiati. Fra loro soprattutto donne e bambini che cercano scampo dalle violenze della guerra civile. In molti si concentravano qui, a Al-Qusayr, paese di confine ora bombardato dall'esercito governativo. Il ponte che portava in Libano è stato distrutto, un duro colpo per persone come Abou Ali, in fuga da Homs con la sua famiglia."Siamo andati via anche da Al-Qusayr perché le forze di Assad hanno bombardato le nostre case. Abbiamo avuto paura per i nostri figli e siamo scappati. Il bombardamento è stato molto violento"."Quando le truppe del regime entrano in un quartiere, cominciano a sparare a caso. Sono dei vigliacchi. Noi ci stiamo difendendo per aiutare il nostro Paese".