Siracusa, (TMNews) - Due gruppi criminali che si scontrano per affermare la propria egemonia nello spaccio di droga in provincia di Siracusa, in particolare a Pachino, e per farlo si servono di atti intimidatori come l'incendio di auto e l'esplosione di colpi d'arma da fuoco contro le finestre dei rivali. La polizia ha scoperto il braccio di ferro e fermato sei persone nel corso di un'operazione condotta a Pachino con il supporto di intercettazioni telefoniche e ambientali.Particolarmente fruttuoso per le indagini un servizio di videosorveglianza dentro un caseggiato rurale in contrada Granelli: alcuni degli indagati sono stati filmati mentre tagliavano e confezionavano droga, ma anche mentre armeggiavano con le armi e ne verificavano il funzionamento. Uno dei principali indagati è stato individuato a Torino con la collaborazione di personale della squadra mobile di Torino e del commissariato di Barriera Nizza.A condurre l'operazione la squadra mobile e la questura di Siracusa insieme al commissariato di Pachino, con l'aiuto del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale di Catania, dai cani antidroga del reparto di Catania e degli elicotteristi del Reparto Volo di Reggio Calabria.