Pozzuoli, (TMNews) - E' da qui che i cittadini di Pozzuoli dovrebbero scappare in caso di evacuazione in seguito ad allarmi sismsici. Una via di fuga fra reti e cantieri, un'impresa impossibile e inaccetabile per i cittadini, a maggior ragione dopo lo sciame di venerdì 7 settembre.Le oltre 200 scosse hanno riacceso paura e polemiche fra la popolazione abituata da sempre a fare i conti col bradisisimo, che provoca il movimento lento e inesorabile della terra; quello a cui non vogliono fare l'abitudine è l'assenza di un piano aggiornato di evacuazione, che tenga conto del sistema viario attuale. L'ultimo risale al 1984. Il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia."Stiamo accelerando una serie di studi, ma serve anche il piano della protezione civile"Il sindaco rivendica miglioramenti dal punto di vista dell'assetto viario negli ultimi anni e chiude promettendo una soluzione a breve."Io spero nell'ambito di 5 o 6 mesi di dotare di un piano di evacuazione territoriale"