Roma (TMNews) - Raffaele Lombardo, si dimetterà il 31 luglio, mentre "se Dio vuole si voterà il 28 e 29 ottobre". L'annuncio è dello stesso Lombardo, al termine dell'incontro con il premier Mario Monti a Palazzo Chigi. Il presidente della Regione Sicilia ha assicurato che durante il periodo della campagna elettorale non ci saranno spese pazze nè sprechi, ma rigore nei conti.