Roma, (TMNews) - Allarme negli Stati Uniti per la secca del Mississippi, il cui livello dell'acqua è sceso sotto il limite di navigabilità. Il Paese è in ginocchio per un'eccezionale siccità, che non si verificava da cinquant'anni. Una calamità che danneggia non solo l'agricoltura ma anche il trasporto e il commercio fluviale. Cereali, petrolio, carbone: 500 milioni di tonnellate di prodotti transitano ogni anno su questo enorme corso d'acqua. Ma ora il livello estremamente basso rende difficoltosa la navigazione. I convogli continuano a viaggiare lungo il fiume che taglia in due gli Stati Uniti, ma con moderazione. Un vero dramma per le società di trasporto fluviale."Il livello d'acqua è talmente basso che si danneggia il nostro materiale - spiega quest'uomo, vicepresidente di una delle società di trasporto fluviale - siamo persino costretti a utilizzare più imbarcazioni perchè non possiamo caricarle troppo. E l'altro problema è che abbiamo perso lo spazio per parcheggiare le navi perchè il letto del fiume è diventato troppo stretto".Il Mississippi, lungo 3.780 km, è un asset fondamentale per l'economia del Paese: è da qui che viene esportato il 60% dei cereali americani. Purtroppo anche le previsioni meteo non lasciano sperare in un miglioramento fino a novembre. E pensare che solo un anno fa la regione era vittima di violente inondazioni.Immagini: Afp