Venezia, (TMNews) - Oltre 2.300 falsi 'poveri' veneti usufruivano abitualmente dell'esenzione dal pagamento del "ticket sanitario", ma in realtà non ne avevano diritto. La truffa ai danni della sanità è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Venezia. Le fiamme gialle hanno passato al setaccio cinque Ulss sulle 22 esistenti nella regione e hanno scoperto che su 30.000 prestazioni in esenzione per 'disoccupazione e reddito' nel biennio 2009-2010, 2.300 erano state elargite nei confronti di 'furbetti' che in realtà avevano redditi superiori alla soglia prevista per godere del beneficio fiscale. Inoltre altre 10.000 prestazioni erano state rese nei confronti di assistiti che autocertificavano falsamente di essere disoccupati. I militari compiranno ulteriori accertamenti per escludere ulteriori condotte fraudolente.