Cosenza, (TMNews) - Percepivano l'assegno sociale in Italia, fingendo di avere redditi al di sotto del limite della povertà ma, in realtà, vivevano all'estero tra Stati Uniti e Sud America, tornando in Italia il tempo strettamente necessario per figurare come residenti ed ottenere l'accredito del sussidio. La Guardia di Finanza di Cosenza ha scoperto 174 falsi poveri che hanno truffato l'Inps di oltre 5 milioni di euro."Sulla carta" i falsi poveri che sono stati denunciati alla magistratura, erano in possesso dei requisiti previsti dalla legge per ottenere l'assegno sociale, ma di fatto vivevano all'estero, percependo con il truffaldino escamotage della residenza l'assegno sociale.Il Gip del Tribunale di Paola ha disposto il sequestro a loro carico di 229 immobili e 59 conti correnti, mentre l'Inps ha bloccato il prossimo pagamento di ulteriori assegni per oltre 1,5 milioni.