Torino, (TMNews) - Gli scontri nel cantiere dell'alta velocità di Chiomonte nella notte tra il 21 e il 22 luglio sono stati provocati da "professionisti della violenza" secondo la polizia che mostra il materiale e gli oggetti sequestrati, fra cui sassi e chiodi. Arturo Variale è della Digos di Torino."In questo momento non riscontriamo che il movimento abbia realmente partecipato a questa manifestazione. Non si può parlare di manifestazione ma di esercizio gratuito della violenza".Per Variale si è trattato di un assalto premeditato al cantiere e alle forze dell'Ordine con il coinvolgimento di persone arrivate anche dall'estero.Parliamo di presenze francesi, spagnole, inglesi, qualche russoE' in corso l'identificazione di 50/70 persone, presumibilmente coinvolte negli scontri di sabato fra cui secondo la polizia potrebbero esserci persone rinviate a giudizio recentemente dal Tribunale di Torino, per episodi di violenza avvenuti nel luglio dello scorso anno.