New York (TMNews) - Cambiamenti in vista per la sicurezza negli aeroporti che presto potrebbero avere delle importanti modifiche. Dopo l'11 settembre del 2001 la sicurezza è visibilmente aumentata ma ora nuovi test messi a punto potrebbero abbattere lunghe code e seccature ai viaggiatori.Finora, infatti, i passeggeri sono costretti a togliersi le scarpe, riporre i portatili nelle vaschette, togliere liquidi dalla borsa e passare con le mani alzate attraverso il body scanner. Ma nell'arco di 7 anni, la Iata, l'associazione internazionale di trasporto aereo ritiene che i controlli ai checkpoint saranno più veloci.Come? Grazie al controllo tramite impronte digitali e alla scansione della retina i passeggeri potranno passare velocemente attraverso i controlli di sicurezza."Pensiamo che possa entrare in vigore questa procedura nell'arco di al massimo 10 anni", risponde Perry Flint, portavoce Iata. Prima dell'11 settembre, passavano al check point circa 350 persone all'ora. Dopo l'attacco alle Torri Gemelle, il numero si è abbassato a circa 150 viaggiatori". Per garantire sicurezza ma allo stesso tempo ridurre il tempo di attesa per i passeggeri, dunque, vengono costantemente testati nuovi sistemi ad alta tecnologica. Come queste macchine, utilizzate finora in tre aeroporti, che ottengono informazioni sul documento di identità e riescono ad identificare immediatamente le persone sospette.