New York (TMNews) - Ancora l'ammontare dei danni provocati dalla furia dell'uragano Sandy sulla East Coast degli Stati Uniti non è stato ufficialmente quantificato, ma è chiaro fin da ora che si parla di cifre nell'ordine dei miliardi. E molte attività a Manhattan hanno riportato danni gravissimi, come nel caso del negozio di specialità alimentari di Marco Pasanella."L'acqua - racconta l'imprenditore di origine italiana - è entrata dal lato opposto, ha travolto una parete e ha portato via tutte le bottiglie di vino che avevamo stivato dietro questa porta, le ha sollevate e la ha sparse ovunque".Nel solo caso di questo negozio si parla di danni per 250mila dollari, eppure lower Manhattan non è stata una delle zone più colpite. "Se ci guardiamo intorno - aggiunge Pasanella - posso dire che noi siamo stati relativamente fortunati. Ma molti dei nostri vicini non riusciranno a rientrare nelle loro case o nei loro negozi per almeno un anno. E senza i residenti, chi verrà a comprare il mio vino?".Moltissime, tra New York e il New Jersey, le imprese che sono state messe in ginocchio dall'uragano. E le cifre dei danni sono davvero impressionanti. "Le stime attuali - spiega l'economista Yelena Shulyatyeva - parlano di danni nell'ordine di 50 miliardi, che potrebbero diventare 75 o cento perché a essere colpita è stata tutta la East Coast, dalla Georgia al Maine, e si tratta delle zone più popolate del Paese".Una notte di tempesta, dunque, è bastata a sconvolgere lo scenario economico di una delle zone più ricche degli Stati Uniti. E per l'appena rieletto Barack Obama la ricostruzione dopo Sandy sarà una delle prime sfide da affrontare.(IMMAGINI AFP)