Salerno (TMNews) - Lavori appaltati e pagati, ma mai eseguiti. La Guardia di Finanza ha fatto luce su altre "strade fantasma" della provincia di Salerno. Quattro le personearrestate che hanno ricevuto il beneficio dei domiciliari. Si tratta di un funzionario dell'amministrazione provinciale, un imprenditore e due dipendenti di un istituto di credito. Per tutti il reato contestato è associazione a delinquere finalizzata al peculato aggravato e continuato e falso ideologico in atto pubblico. I due dipendenti dell'istituto di credito dovranno rispondere anche di riciclaggio di denaro. I militari delle fiamme gialle hanno anche sequestrato beni per oltre 6 milioni di euro. L'operazione "Ghost Road II" è il proseguimento di un'altra inchiesta simile che, il 23 marzo dello scorso anno, portò all'arresto di tre funzionari della Provincia di Salerno e di tre imprenditori, facendo luce sull'allarme lanciato dal sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, ucciso il 6 settembre del 2010.