Mosca (TMNews) - La Russia cambia, o forse no. Dopo la vittoria di Vladimir Putin alle elezioni presidenziali le forze di opposizione hanno deciso di continuare a protestare a oltranza, con la conseguenza dell'intervento delle forze dell'ordine che hanno arrestato centinaia di manifestanti. Fermati anche due leader del fronte anti Putin, il blogger 'anticorruzione' Alexsei Navalny e il leader del Fronte di sinistra, Sergei Udaltsov. Entrambi, hanno poi fatto sapere, sono stati liberati. E mentre lo zar Putin celebra il suo ennesimo trionfo, l'opposizione prova a rinserrare le fila, annunciando una nuova protesta per il prossimo 10 marzo.