Milano, 5 mar. (TMNews) - "Penso che i risultati siano stati falsificati. C'è stata molta confusione alle urne: tutti quelli che conosco hanno votato per Prokhorov. A Mosca, i risultati sono strani". Vladimir Putin conquista per la terza volta la presidenza della Russia, trionfando al primo turno delle elezioni con il 63,9% dei voti. Ma molti moscoviti non credono alla trasparenza del voto, in linea con le denunce di brogli dell'opposizione, e con quanto dichiarato dall'Ocse, che parla di "elezioni chiaramente distorte a favore di Putin". Nella capitale, meno del 50% degli abitanti ha votato per lui: le opinioni sono quasi unamini. "Penso che queste elezioni non siano state oneste. Sono quasi sicura: le nuove tecniche di broghi hanno aiutato a raggiungere questi risultati. Io non ho votato per Putin - dice questa donna - mio marito lavora nel campo medico: in una riunione il capo ha detto a tutti i dipendenti che dovevano sostenere Putin. Nessuno ha potuto scegliere"."Non penso nulla di questi risultati: tutto era previso da sei mesi. Si sono distribuiti gli incarichi: cosa volete che pensi?" commenta con amarezza un'altra donna."Era tutto prevedibile, già alla fine dell'anno scorso era chiaro chi avrebbwe vinto. Il campo era stato preparato per la vittoria di Putin". Tra i pareri qualcuno discorda: come questo ragazzo: "E' un successo della Russia democratica: per la prima volta dopo anni, la Russia si è espressa in massa. È un successo per la democrazia".