Roma, 6 apr. (TMNews) - I moscoviti si sono svegliati sotto la neve. La capitale russa è infatti ricoperta da una spessa coltre di fiocchi bianchi. Molte strade sono ghiacciate, con temperature scese sotto lo zero nonostante la primavera inoltrata: i russi, infatti, considerano l'inizio della stagione tiepida il primo marzo.A sferzare Mosca si è messa anche una bufera di neve, con venti a 50 chilometri orari, ma sembra che il peggio debba ancora arrivare: il Centro meteorologico prevede intense nevicate, ghiaccio e forti raffiche di vento. I cumuli di neve, secondo gli esperti, resteranno fino a fine aprile.