Catania, (TMNews) - Una camminata di 24 ore, quasi senza sosta, a una velocità media di 4 chilometri all'ora combattendo la stanchezza fisica e mentale. E' l'impresa record di Rosario Catania, il trekker siciliano che utilizzando la tecnica del "Nordic Walking", la camminata nordica, ha percorso, giorno e notte, una pista di atletica a Catania."L'importante è arrivare, ovviamente, - ha detto - e cercare di fare meno pause possibili. Io mi sono posto come obiettivo di non superare il 5 per cento, quindi 72 minuti di pausa complessiva nelle 24 ore"L'atleta siciliano aveva già affrontato imprese estreme. Dopo aver scalato l'Etna dal mare alle quote sommitali del vulcano, ha camminato per 24 ore lungo il lago di Pergusa. Prove di endurance che richiedono una lunga preparazione:"Camminare, camminare parecchio e soprattutto prepararsi psicologicamente ad affrontare un percorso anche ad anello chiuso - spiega l'atleta - dove mentalmente magari può essere più faticoso".L'impresa di Catania è stata monitorata da un team di medici."A un certo punto l- dice il medico che lo ha assistito - a fatica è tale che le gambe e i piedi ti dicono di fermarsi. A quel punto, deve inevitabilmente subentrare la volontà, la forza di volontà che è poi quella che fa la differenza in questo tipo di prestazioni atletiche".Dopo 24 ore di camminata Rosario Catania è riuscito a stabilire un nuovo record: "Sono contento perché ho chiuso a 111 km, ne avevo previsti più di 87 - conclude l'atleta - quindi è stato un netto successo e poi la soglia di pausa non doveva superare i 72 minuti e mi sono fermato a 47".