Roma, (TMNews) - Tragedia a Roma, all'ospedale San Giovanni, dove un neonato è morto forse a causa di uno scambio di flaconi della flebo. Al piccolo Marcus, infatti, sarebbe stato iniettato del latte nelle vene, al posto dell'acqua fisiologica. Il caso risale a una decina di giorni fa: ma è stato denunciato solo ora, fatto che ha destato qualche sospetto tra gli inquirenti. Il ministero della Salute, intanto, ha inviato gli ispettori presso il nosocomio della Capitale per accertare le responsabilità. Come spiega il portavoce del ministro Balduzzi, Alberto Bobbio:"Il ministro della Salute, Renato Balduzzi, ha inviato un'ispezione ministeriale all'Ospedale San Giovanni per acquisire tutte le informazioni possibili sul decesso del bambino, e affinchè gli ispettori chiariscano tutte le questioni compreso il presunto ritardo della denuncia da parte del personale sanitario".La procura ha aperto un'inchiesta e ci sarebbero già alcuni indagati, tra il personale sanitario, per il reato di omicidio colposo.Il corpo del piccolo stava per essere cremato ma a fermare le operazioni è stato il pubblico ministero sulla base di una prima informativa del Nas dei carabinieri.