Roma (TMNews) - Una fiaccolata silenziosa all'ombra del Pantheon, a Roma contro la recessione economica e i suicidi degli imprenditori messi con le spalle al muro dalla crisi. A sfilare, nonostante la pioggia, un migliaio di piccoli imprenditori, lavoratori, rappresentanti di associazioni e sindacati. Tra loro anche il sindaco della Capitale, Gianni Alemanno e il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti."Questa protesta è giusta e corrretta - spiega - perché in realtà se non si ritocca il patto di stabilità gli Entio locali non possono investire e quindi il dolore che viene da queste piazze è destinato a rimanere senza rispostee questo è inaccettabile".Secondo le stime più recenti in Italia da gennaio a oggi ci sono 47mila nuovi disoccupati, aumentano i nuovi poveri e le aziende in crisi. Intanto gli sforzi del governo Monti per risanare i conti con tagli e tasse creano malumori tra i cittadini."Il governo sicuramente ha fatto molti tagli - dice uno dei partecipanti - ma di proposte di crescita reale non ne abbiamo sentite nemmeno una"."Penso che sia assurdo - aggiunge un ragazzo - che delinqua le propria leggi oltre a vessare imprenditori e lavoratori dipendenti con un fisco iniquo pretenda pure che vengano pagate le tasse quando poi è lui stesso a non pagare le aziende"."E' importante - conclude Zingaretti- che con questi imprenditori e lavoratori ci si impegni a essere coerenti che vuol dire investire e pagare".