Roma, (TMNews) - Bancarotta e evasione fiscale per oltre tredici milioni in due imprese di Fiumicino, Iva e Irap evase per quasi sei milioni, quattro persone denunciate: è il bilancio di un'operazione eseguita dai finanzieri del comando provinciale di Roma. Le accuse sono bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale, omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, dell'IVA e dell'IRAP.Le due società, come hanno scoperto i finanzieri, erano state "svuotate" ad arte dei principali beni immobili e mobili, quindi intestate ad un "prestanome" nullatenente di nazionalità rumena, e, da quel momento, non avevano più presentato le dichiarazioni ai fini delle imposte sui redditi, dell'IVA e dell'IRAP e di versare all'Erario le imposte.Gli elementi raccolti hanno permesso al pm di richiedere al Tribunale il fallimento delle società e il sequestro finalizzato alla confisca "per equivalente" di cinque immobili e quote sociali per oltre tre milioni di euro.