Palermo, (TMNews) - Rabbia e momenti di tensione a Palermo, di fronte al palazzo delle Aquile. Alcune centinaia di operai della Gesip hanno circondato la sede del Comune scandendo cori contro l'amministrazione, dalla quale aspettano una risposta sul loro futuro. La Gesip, agenzia partecipata al Comune di Palermo, è in liquidazione e il sindaco del capoluogo siciliano Leoluca Orlando accusa di sprechi e ruberie le passate amministrazioni che hanno lasciato a secco le casse."Abbiamo assistito a una vera e propria rapina e in questo contesto si inserisce la vicenda Gesip. Dal 2010, in evidente violazione di legge, il Comune di Palermo non ha più previsto nel bilancio la voce Gesip nonostante sia una società partecipata al 100%, non prevedendo la copertura relativaai servizi né alla manodopera - ha detto Orlando -. E' un fattogravissimo, per il quale abbiamo presentato al ministroCancellieri un rapporto durissimo sulle responsabilità delpassato".Al ministro Anna Maria Cancellieri Orlando ha chiesto che siano sbloccati da Roma i cinque milioni di euro che garantirebbero la sopravvivenza della società per questo mese.