New York, (TMNews) - Più traffico uguale meno mobilità e meno acquisti nei negozi. Un'equazione che il dipartimento dei trasporti di New York ha preso sul serio quando ha deciso di riorganizzare la viabilità della metropoli: camion, bici, autobus e pedoni non mancano nelle vie più trafficate, dove si riscontra un calo dei clienti nei negozi. Per questo si è deciso di riorganizzare gli incroci, ampliare piste ciclabili e passaggi pedonali, costruire corsie preferenziali per gli autobus: migliorie che secondo le stime hanno fatto aumentare del 49% le vendite al dettaglio. Nonostante i dati che sembrano favorevoli, i commercianti sono divisi."Per i miei clienti si tratta di un inconveniente, perdiamo molti parcheggi" dice questo negoziante."Abbiamo aumentato molto i clienti, resto in negozio giorno e notte per rispondere agli ordini" ribatte un macellaio.A guadagnarci sono stati soprattutto i fattorini delle consegne a domicilio, che a New York sono soprattutto latini. "Andiamo avanti e indietro, su e giù, per noi è perfetto" dice allegro.Il Bronx è uno dei quartieri interessati dalle migliorie: la corsia preferenziale ha fatto aumentare la velocità degli autobus del 20% e il numero di passeggeri del 10%, mentre le vendite sono migliorate del 71%. Dati che sembrano indiscutibili, ma che comunque dividono: segno che le misure per ridurre il traffico, che si tratti di strade più larghe o congestion charge come Area C a Milano, non riescono mai a mettere tutti d'accordo.