Palermo, (TMNews) - A otto giorni dallo scoppio del rogo che ha interessato la discarica palermitana di Bellolampo, all'assessorato regionale per la Salute non hanno ancora notizie certe riguardo ai livelli di tossicità dell'aria del capoluogo siciliano.Un tavolo tecnico è stato convocato per valutare i rischi per la salute pubblica dopo che Palermo è stata invasa dalla nube prodotta dalla discarica in fiamme come spiega l'assessore per la Salute e vicepresidente regionale Massimo Russo. "Questo tavolo serve a mettere insieme le migliori professionalità per valutare attentamente e in modo rigoroso i dati che le indagini produrranno".A preoccupare non sono soltanto le sostanze tossiche che possono essere presenti nell'aria di Palermo, ma anche quei rischi per la salute dovuti all'accumulo di tonnellate di rifiuti per strada dopo la chiusura della discarica di Bellolampo, e che conl'innalzamento vertiginoso delle temperature rischia di rendere la città invivibile.