Rieti (TMNews) - Come ogni mattina prendeva la sua Panda rossa e andava a sbrigare commissioni, poi si fermava in un bar dove faceva acquisti, pagava e contava il resto. Nulla di strano se non fosse che questo signore risulta affetto da "cecità assoluta" da oltre trent'anni e per questo percepiva una pensione di invalidità. L'uomo, un cittadino della provincia di Rieti di 70 anni, è stato scoperto e denunciato per truffa allo Stato dalla Guardia di Finanza che lo ha pedinato filmandolo mentre svolgeva le sue attività quotidiane, per nulla compatibili con la sua presunta disabilità. Il falso cieco avrebbe sottratto indebitamente all'erario oltre 200mila euro; stando alle cartelle cliniche non avrebbe potuto svolgere nemmeno le più elementari attività quotidiane, invece eccolo destreggiarsi tra le stradine del suo paese, alle prese con incroci e precedenze. Le fiamme gialle ora sono in cerca di eventuali complici e medici compiacenti tra gli specialisti che gli hanno certificato la disabilità.