Rio de Janeiro, (TMNews) - Battuto il calcio d'inizio per il recupero delle favelas in Brasile. Un progetto sociale della squadra più forte del mondo in questi anni, il Barcellona di Messi e Iniesta, si prenderà cura di 400 bambini in un quartiere di Rio de Janeiro, il Complexo do Alemao, da tempo riscattato dal controllo dei narcotrafficanti e oggi fiore all'occhiello dei progetti di riqualificazione delle favelas. Gli allenatori del progetto "Futbol Net" faranno infatti parte di un personale uscito dai corsi di metodologia e formazione del Barcellona football club. L'inziativa è stata presentata da Romario Galvao, assessore muncipale allo sport e al tempo libero di Rio: "Lo sport è lo strumento principale di questo progetto di sviluppo e d'integrazione che creerà molte opportunità per molti bambini che hanno vissuto per anni in questa favela, privati dei loro sogni, della libertà e della pace".L'iniziativa punta a usare il calcio, quasi una religione in Brasile, per formare i giovani senza cercare tanto l'eccellenza nello sport quanto nella vita come ha sottolineato David Marcos Palmeira, uno dei dirigenti incaricati di gestire gli impianti sportivi nel Complexo do Alemao: "Questo quartiere era ancvora sotto il controlo del narcotraffico quando abbiamo cominciato a prendercene cura. Per questo era difficile diffondere nozioni di cittadinanza organica in bambini stretti nella morsa delle gang. La pacificazione della zona ci ha permesso di metterci a lavorare con questi bambini".(Immagini AFP)