Pyongyang (TMNews) - Cent'anni fa, il 15 aprile del 1912, nasceva, in circostanze che poi la retorica del regime ha ammantato di mitologia, Kim Il-sung, fondatore e leader della Repubblica democratica popolare di Corea, ossia la Corea del Nord comunista. Per l'occasione la capitale Pyongyang, ancora in cerca di una vera nuova guida dopo la scomparsa del figlio Kim Jong-il, è stata rimessa a nuovo e colorata con centinaia di danzatori in abiti tradizionali. Nelle strade, sempre vagamente spettrali, gli operai hanno lavorato per due mesi per rifare il look ai viali, dove pare che ci siano lavoratori addetti pure a dipingere i sassi. Per celebrare il "presidente eterno", scomparso nel 1994, il regime prepara anche una grande parata militare, ennesimo tentativo di mostrare i muscoli di una dittatura che sembra sempre più anacronistica.(immagini Afp)