Palermo, (TMNews) - Spacciavano davanti alle scuole, vendendo droga a ragazzini della loro stessa età. I carabinieri di Bagheria hanno arrestato sei persone che facevano parte di una banda di pusher giovanissimi, uno addirittura minorenne all'epoca dei fatti. La loro base operativa era un centro scommesse a Casteldaccia da cui hanno espanso sempre di più la loro attività grazie ad atteggiamenti aggressivi e spregiudicati fino a diventare leader nel mercato della droga nella zona di Bagheria.A capo della banda il titolare del centro scommesse, che aveva messo in piedi anche un sistema di vedette per tenere d'occhio la sua attività commerciale e non farla sembrare sospetta. Per questo lo spaccio avveniva in zone e modi sempre diversi. In alcuni casi i pusher portavano la droga a domicilio, con una macchina che faceva arrivare la droga direttamente dal compratore.