Betlemme, (TMNews) - Betlemme si prepara a vivere il Natale, la festa più importante per i cristiani. La prima dopo la nomina della cittadina a Patrimonio mondiale dell'Unesco e dopo il riconoscimento della Palestina a Stato osservatore dell'Onu.Una banda di scout sfila davanti a centinaia di turisti giunti alla Basilica della Natività, il luogo dove - secondo la tradizione cristiana - è nato Gesù Cristo.Ups01:10"Il Natale di quest'anno è meraviglioso perchè la città testimonia una doppia nascita: la nascita di nostro Signore Gesù e la nascita del nuovo Stato. A Betlemme celebriamo entrambi gli eventi perchè rappresentano la rinascita della speranza, di cui abbiamo fortemente bisogno in Palestina", dice Saja, abitante di Betlemme.Il patriarca latino di Gerusalemme, monsignor Fouad Twal, la più alta autorità cattolica in Terra Santa, farà il suo ingresso solenne a Betlemme, per la celebrazione del Natale, a mezzanotte in punto.Una processione tra suoni e colori che offrono ogni anno l'occasione per una grande festa popolare dei palestinesi nel quartiere di Mangeoire.A giugno la Palestina ha ottenuto un'altra vittoria storica: l'iscrizione della Basilica della Natività al Patrimonio mondiale dell'Unesco, nonostante l'opposizione di Israele e Stati Uniti.E nel suo messaggio in preparazione al Natale, monsignor Twal ha espresso soddisfazione e gioia per la nomina della Palestina a Stato osservatore al Palazzo di Vetro. Segnali di speranza, almeno per Natale, in una terra ancora martoriata.(Immagini Afp)