Firenze, (TMNews) - Dal palco di Firenze Matteo Renzi attacca la dirigenza del Partito Democratico per le regole sulle primarie del centrosinistra. E' inaccettabile, sostiene, che "si accetti la preregistrazione on line, però a quel punto bisogna scaricare un modulo e andare a farselo vidimare in un altro posto". L'appello ai compagni di partito è diretto: "Ragazzi: come si fa a dire che noi semplificheremo la burocrazia se si fa il gioco dell'oca per andare a votare?". Poi una battuta sarcastica: "La prossima regola sarò che possono vincere solo i candidati che abbiano un cognome di sette lettere. C'è anche Vendola, eh? Tabacci. Anche la Puppato, perfetto. Bersani, è chiaro."