Torino (TMNews) - Dopo il grande successo delle primarie per la scelta del candidato premier, il Partito democratico e Sel chiamano alle urne i propri elettori per comporre le liste dei candidati ai posti di parlamentare. Per il Pd è lo stesso segretario Pier Luigi Bersani a indicare in un milione di votanti l'obiettivo da raggiungere. E nei seggi, come nel caso di questo a Torino, l'affluenza sembra superare le aspettative.E tra chi si reca alle urne c'è l'orgoglio di una scelta precisa. "Sono venuta a votare - spiega una signora - perché penso che in presenza di tanti falsi rivoluzionari, l'unica persona in cui si può confidare è Bersani".Con una legge elettorale che non prevede le preferenze, molti elettori democratici colgono l'occasione delle primarie per far sentire la propria voce. "Non potendo scegliere i candidati - racconta un'altra signora - al momento del voto, abbiamo la possibilità di segnalarli durante le primarie. Penso sia una buona soluzione per il momento".