Roma, 22 mar. (TMNews) - "Roberta, auguri ovunque tu sia...". Recita così lo striscione che ha aperto la fiaccolata di San Giuliano Terme nel Pisano per Roberta Ragusa, la donna scomparsa lo scorso 13 gennaio, e che il 21 marzo compie 45 anni. Alcune centinaia di persone, tra cui anche i figli di Roberta, familiari e amici, hanno sfilato, in un corteo di speranza e preghiera per la sorte della donna. L'amica Cinzia Guidi, spiega così il senso della fiaccolata. "La speranza più che altro che possa vedere questa fiaccolata, e che si possa rendere conto che non è sola, che ha una grande famiglia che le vuole bene e che le è vicina, e che spera con tutto il cuore che torni presto a casa".La paura, comunque, è che Roberta Ragusa sia stata uccisa, perché quasi nessuno pensa che la donna si sarebbe allontanata da sola. Il marito Antonio Logli al momento resta l'unico indagato, per omicidio volontario. E dalla fiaccolata arriva un altro messaggio: non abbandonate le ricerche, e almeno ritrovate il corpo di Roberta.