Parigi (TMNews) - Tutti in bicicletta sugli Champs-Elysees per festeggiare i cinque anni dall'introduzione del servizio di Vélib, il servizio di bike sharing che sta conquistando sempre più i parigini e che sta facendo della capitale francese, un tempo quasi off-limits per i ciclisti, una delle città più amiche delle due ruote leggere. E grazie a Vélib, che conta 130 milioni di viaggi e 250mila iscritti all'anno, le biciclette diventano sempre più diffuse. "Oltre al bike sharing - spiega il portavoce del progetto parigino - è aumentato anche l'uso delle biciclette private. Sono aumentati gli acquisti e si diffondono sempre di più i trasporti non inquinanti. Usare Vélib fa bene all'ambiente, e anche alla salute".Il fenomeno del bike sharing, oltre che a Parigi, stra prendendo piede anche in molte altre città europee, e l'Italia fa la sua parte. A Milano il servizio BikeMi, per esempio, si sta diffondendo sempre di più, e, nonostante il pavé e i binari del tram, sempre più milanesi scelgono di muoversi in bicicletta. Un segno dei tempi e forse anche di come la vivibilità delle nostre città si possa costruire pure "dal basso".(Immagini Afp)