Milano, 6 dic. (TMNews) - Una donna con la testa riversa su un piatto pieno di grano e la bocca insanguinata: è la protesta messa in scena a Parigi, Place de la Bastill dall' associazione animalista PETA per denunciare la crudeltà della produzione di foie gras."Il foie gras non è altro che l'organo malato di un'oca che è stata torturata. Abbiamo organizzato questa azione shock, per aumentare la consapevolezza della crudeltà insita nel foie gras" spiega Isabelle Goetz, portavoce della PETA Francia.Il foie gras viene ottenuto facendo ingozzare le oche costrette a mangiare loro circa due chili di grano al giorno. E' come se un uomo fosse obbligato ad ingurgitare quotidianamente venti chili di pasta. Gli animalisti chiedono la messa al bando della produzione di questo prelibato ma disumano alimento.(immagini AFP)