Milano, (TMNews) - Per la prima volta in 15 anni questa donna paralizzata è riuscita a bere da sola un caffé. Il suo sorriso esprime tutta la gioia per il successo dell'esperimento, possibile grazie ad uno studio rivoluzionario della Brown University di Providence. La donna, e un altro uomo coinvolto nella ricerca, sono riusciti a manovrare un braccio robotico con la mente grazie a "BrainGate", un dispositivo composto da circa 100 elettrodi impiantati nel cervello dei due soggetti.Gli impulsi elettrici dei neuroni, nella corteccia cerebrale legata alle funzioni motorie, vengono poi trasmessi ad un computer che a sua volta invia i comandi al robot. Tutti i segnali sono stati decodificati e associati ad un movimento nel corso di lunghi test con delle sfere di gomma. Poi l'esperimento con il caffé, un successo che apre la strada a grandi obiettivi nel campo della ricerca: gli scienziati ora vogliono fare in modo che l'impulso dei neuroni stimoli elettricamente i veri muscoli delle persone paralizzate, permettendo così che muovano i loro stessi arti.