Palermo (TMNews) - Avrebbero estorto denaro per accelerare i tempi di rilascio delle pensioni di invalidità. Cinque persone di Bagheria, in provincia di Palermo, sono state arrestate dai Carabinieri con l'accusa di Concussione. Tra loro ci sono anche un addetto al servizio d'invalidità civile della Prefettura diPalermo e un impiegato dell'ufficio Inps di Bagheria. I dettagli dell'operazione nel commento del procuratore aggiunto di Palermo, Leonardo Agueci. Il meccanismo del raggiro era semplice; secondo quanto accertato dai magistrati tre delle persone coinvolte contattavano le potenziali vittime e proponendo loro un aiuto a completare la pratica in cambio di denaro. In caso di rifiuto il fascicolo veniva messo in coda a tutti. A far scattare le indagini la denuncia di una casalinga, madre di una ragazza affetta da gravi handicap psicomotori in attesa di ricevere la pensione d'invalidità civile. Si era rivolta all'Inps di Bagheria dove un funzionario le aveva chiesto soldi per accelerare la procedura.