Palermo, (TMNews) - Cumuli di spazzatura sempre più alti e primi roghi a Palermo, dove lo sciopero dei dipendenti dell'Amia, l'azienda che si occupa della raccolta rifiuti, sta creando grandi disagi alla città. I lavoratori sono fermi ormai da 4 giorni per protestare contro il pagamento solo del 50% degli stipendi. Giorno dopo giorno aumentano le tonnellate di rifiuti per strada aumentano di pari passo col disagio dei cittadini: sono almeno 15 i roghi di cassonetti appiccati nella notte e che hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco in diverse zone della città, dal centro storico alla periferia, e anche nell'hinterland.Sul caso potrebbe intervenire anche la Procura di Palermo che non ha escluso la possibilità di aprire un'indagine sull'emergenza rifiuti, e in queste ore i magistrati stanno cercando di capire se ci sono le condizioni per contestare un reato ambientale.