Palermo, (TMNews) - Sulle note del "silenzio", Palermo ha ricordato il generale dei carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa, con una cerimonia davanti al luogo in cui venne ucciso dalla mafia il 3 settembre del 1982, con la giovane moglie Emanuela Setti Carraro e all'agente di scorta Domenico Russo. In via Isidoro Carini insieme al ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri, al sindaco di Palermo Leoluca Orlando, c'era la figlia del generale, Rita Dalla Chiesa."Venendo a Palermo tutti gli anni poco alla volta ho ricominciato a prendere confidenza con questa città. Ho continuato a venire a palermo e adesso ci vorrei vivere".Per l'omicidio del Generale venuto dal Nord per combattere la mafia sono stati condannati all'ergastolo come mandanti i boss Totò Riina, Bernardo Provenzano, Michele Greco, Pippo Calò, Bernardo Brusca e Nenè Geraci.