Amsterdam (TMNews) - Trentaquattro arresti, 29 feriti e danni per almeno un milione di euro. Sembra un bilancio di guerra, e in effetti lo è, ma all'origine c'è una festa di compleanno. Quella organizzata da un 16enne olandese che, nell'invitare gli amici via Facebook, ha dimenticato di rendere privato l'evento, e così alla sua porta si sono presentate migliaia di persone. Con le previdibili tensioni che hanno innescato scontri, distruzioni, saccheggi, incendi e feriti nel pieno centro della cittadina di Haren. I danni causati dalla massa di giovani scatenati ammonta, secondo le autorità locali, ad almeno un milione di euro. Gli scontri sono scoppiati quando la polizia è intervenuta e i ragazzi hanno reagito lanciando pietre contro le forze dell'ordine, in perfetto stile riot urbana. E probabilmente il 16enne festeggiato non dimenticherà facilmente questo compleanno, così come i suoi concittadini.