San José, (Tmnews) - Sono coccolati, nutriti e curati. E per degli animali che in molte lingue del mondo sono il sinonimo della pigrizia, non deve essere niente male come condizione. Il paradiso dei bradipi si trova in Costa Rica, in mezzo a una foresta tropicale vicino ad un fiume dalle acque cristalline. Qui sorge uno dei pochi centri di ricerca al mondo su questo mammifero. Il loro rifugio è stato costruito su 130 ettari nel 1992 per proteggerli e riabilitarli. Ma anche per studiarne i comportamenti eper ricavare maggiori informazioni su questo animale enigmatico. Le popolazioni locali li chiamano "kukula" o "orsi pigri", perché hanno abitudini solitarie e dormono all'incirca diciannove ore al giorno. E sono in molti ad associarli alla stregoneria perché non ne capiscono il comportamento: al contrario degli altri mammiferi si muovono poco, non corrono e non giocano .Judy Avey, che ha fondato questo santuario dei bradipi, la vede in modo diverso: non sono pigri ma semplicemente lenti perché hanno un metabolismo rallentato tanto che la digestione dura un mese. Anche se hanno la fama di essere solitari, come si vede da queste immagini, possono essere anche molto aperti al contatto con l'uomo.