Aberdeen (TMNews) - Sembra un gamberone albino e invece è una vera rarità dei mari.La creatura - chiamata 'Supergigante' - è un tipo di anfipode, normalmente lungo circa 2-3, che misura invece 10 volte di più: ben 34 centimetri. Ne sono stati pescati ben sei esemplari a 7 chilometri di profondità nelle acque al largo della costa della Nuova Zelanda, mentre altri esemplari sono solo stati fotografati.Questa specie di crostacei lavora come una sorta di spazzino del mare, mangiando i resti dei pesci. Ma che cosa abbia provocato la crescita smisurata di questi super gamberoni resta un mistero per gli scienziati dell'Università di Aberdeen."Questa scoperta apre moltissime tematiche di studi. Basti pensare che l'esemplare trovato non era ancora completamente sviluppato, quindi potrebbero essercene altri ben più grandi. Non sappiamo se sia una mutazione dovuta al clima o al cibo e se si tratti di una specie diversa. E' come trovare uno scarafaggio lungo un piede" spiega un ricercatore.Per chi pensa invece che sia una golosa prelibatezza del mare, gli scienziati fanno sapere che non è commestibile.