Vaie, (TMNews) - "Quello che è avvenuto è un grave atto di intimidazione contro i No Tav soprattutto in un momento economico come questo. Ma noi non ci piegheremo".Valentina Cancelli, esponente delle liste civiche della Val di Susa, si scaglia contro la retata che ha portato in carcere 26 persone, tra cui Guido Fissore, consigliere comunale di Villar Focchiardo, per gli scontri contro l'alta velocità in Val di Susa. Nel mirino della polizia sono finiti esponenti dei centri sociali, dell'area anarchica e dell'autonomia che hanno partecipato alle manifestazioni No Tav la scorsa estate. Il capogruppo consiliare del Comune di Condove Alberto Veggio difende il collega Fissore."Sembra un attacco a rappresentanti delle istituzioni affinché non si occupino più della Tav. Parlo di Fissore che è un collega e che un non-violento: vengono dubbi sulla reale portata dell'operazione".