Val di Susa (TMNews) - La protesta del movimento No Tav è andata in scena anche nella tarda serata di ieri, con un nuovo blocco sull'autostrada A32, che è stata presidiata dai manifestanti per circa tre ore. Le immagini ducumentano una protesta sostanzialmente pacifica, con momenti di musica e cordialità verso gli autisti bloccati. Ma nonostante questo, il clima in valle resta molto teso: i No Tav hanno più volte imtimidito i giornaliti e un operatore del Tg3 è stato aggredito. Al termine del blocco, poi, quello che resta è sostanzialmente la devastazione, con i resti delle barricate sull'autostrada e i fuochi che bruciano intorno al presidio, in uno scenario surreale nel quale si muovono le forze di polizia.