Torino (TMNews) - "E' stata un'operazione di cesello, soltanto tre persone, su quarantuno, di quelle interessate dall'indagine sono della Valsusa. Sarebbe fortemente sbagliato dire che questa è una operazione contro la mobilitazione in Valle di Susa. Non c'e niente contro la Val di Susa, contro la mobilitazione, contro il dissenso purche si mantenga nel perimetro del rispetto della legge". Lo ha dichiarato il procuratore capo della Repubblica di Torino, Giancarlo Caselli, illustrando i dettagli dell'operazione della polizia, avvenuta stamane all'alba in tutta Italia, in seguito agli scontri al cantiere di Chiomonte il 27 giugno e il 3 luglio scorsi.