New York, (TMNews) - Consumatori in piazza contro la Apple: uno dei più recenti Store newyorkesi della Mela, quello di Gran Central Terminal, è stato teatro di una protesta per indurre Apple a migliorare le condizioni di lavoro dei fornitori esteri. La manifestazione nasce dalle polemiche, scatenate dalle inchiesta di New York Times e Cnn, su aziende come la cinese Foxconn. Una protesta piccola e pacifica quella di New York, che si accompagna ad altre simili a San Francisco, Washington, Londra e Sydney. Una petizione online è stata lanciata due settimane fa dal sito attivista Change.org, che finora ha raccolto 200mila firme, mentre una simile ne ha già raccolte 50mila. Apple non ha rilasciato dichiarazioni sulle proteste.