New York (TMNews) - "Sono newyorchese e adoro questa città. Ci sono molte cose da festeggiare oggi: ad esempio che chiunque si possa sposare qui a New York". Applausi e standing ovation per Cindy Lauper al Gay Pride di New York dove decine di migliaia di persone hanno celebrato il primo anniversario della legalizzazione delle nozze tra omosessuali nello stato americano. Un tripudio di colori, musica e balli alla parata che ha sfilato tra le vie di Manhattan fino al Greenwich Village. Tante le personalità che hanno accompagnato i carri, dal sindaco di New York Bloomberg al governatore Andrew Cuomo. E si sono viste anche le forze di polizia in assetto da parata.Poi tanta gente in festa. Come Joey, al suo primo gay pride a New York:"Siamo rimasti isolati per molto tempo - ha detto - Ci sono volute molte tappe ma oggi possiamo sentirci fieri di chi siamo". Bill, attivista per i diritti gay, sa che per mettere una parola fine alla discriminazione manca ancora qualcosa: "E' stato un lungo cammino - ha detto - e non so se vivrò abbastanza per vedere una totale uguaglianza. Ma ci siamo molto vicino".(Immagini Afp)