Avellino (TMNews) - Ancora disagi e difficoltà ma la situazione sta tornando lentamente alla normalità in Irpinia, una delle zone più colpite dalle nevicate cominciate il tre febbraio scorso. I vigili del fuoco sono al lavoro per fare le verifiche di stabilità e rispondere alle numerose chiamate dei cittadini. Esiste infatti il pericolo crolli di abitazioni, edifici e alberi la cui stabilità è compromessa dal peso della neve accumulatasi.Intanto, si comincia a fare la conta dei danni e il sindaco di Avellino, Giuseppe Galasso, chiede lo stato di calamità naturale.