Nepal, (TMNews) - Il sole e il vento ridanno speranza ad uno sperduto villaggio nepalese. Dhaubadi sorge in una zona remota, lontano dalla già carente rete elettrica nazionale. Qui, fino a poco tempo fa, dopo il tramonto si viveva nel buio totale."Senza elettricità ci sentivamo ciechi di sera - racconta questa donna - la prima notte con la corrente, abbiamo ballato". La luce è stata accesa grazie ad un mini sistema ibrido di turbine eoliche e pannelli solari che generano l'elettricità necessaria alle 46 famiglie del villaggio. Dhaubadi fa parte del progetto finanziato dalla Asian Development Bank che si chiama "Energy for all". L'obiettivo è portare l'energia pulita nelle remote zone rurali asiatiche per dare una migliore qualità della vita a chi ci vive e favorire lo sviluppo dell'economia locale, nella speranza che la luce aiuti ad uscire anche dal buio della povertà.