Miami (TMNews) - Nelle Everglades della Florida alla ricerca dei pitoni perduti. Il pitone delle rocce indiano, o pitone di Burma, è una delle più grandi sottospecie del pitone indiano e uno dei serpenti più grandi del mondo. Stanziale nelle aree tropicali e subtropicali dell'Asia meridionale e sud-occidentale, è diventato un infiltrato clandestino tra i più pericolosi negli ambienti paludosi delle Everglades della Florida meridionale che ha colonizzato con gaia voracità. Questa femmina, larga trenta centimetri, lunga sei metri, del peso di un'ottantina di chili, viene sottoposta ad autopsia per cercare di conoscerne meglio le capacità riproduttive."Questo pitone, spiega un ricercatore della University of Florida, aveva in grembo 87 uova pronte per essere deposte".Il primo pitone di Burma venne trovato nelle Everglades nel 1979 e i ranger del parco cercano di conoscerlo meglio per impedire la diffusione di questa specie ferocemente invasiva e senza predatori naturali. Ed evitare così un pericoloso inquinamento biologico.