Milano, (Tmnews) - Un anno fa il via ai lavori nei cantieri di Expo 2015, a nord di Milano, con il presidente della Lombardia Roberto Formigoni. Ecco come si presenta 12 mesi dopo il sito dove avrà sede l'esposizione universale di Milano. Su una superficie immensa, un milione e centomila metri quadrati, sono state aperte decine di cantieri. Grossi palloni colorati si librano in aria per orientarsi e per delimitare l'area espositiva.Tra ruspe, gru e carri ribaltabili si vedono le prime fondamenta dei padiglioni delle singole nazioni e dei cluster, quegli spazi dove Paesi diversi saranno riuniti sotto l'insegna di uno stesso tema.Sparsi in questa vasta prateria sono installati cartelloni con il rendering delle costruzioni che fra tre anni saranno realtà. Come nel caso della collina mediterranea, dove si troveranno le piante di capperi, gli ulivi e i cipressi tipici dell'area del mare nostrum.In un'altra zona invece si lavora per costruire i canali che porteranno l'acqua dai bacini lombardi al Lake Arena . Operai all'opera anche nel sito del grande teatro all'aperto e dove sorgerà il media center. Come hanno ripetuto a più riprese gli organizzatori, il lavoro da fare è ancora tanto, ma le fondamenta sono state gettate.