Catanzaro, (TMNews) - "Ci sono singole unità, appartenenti alle forze di polizia, sulle quali sono in corso indagini, in alcuni casi già concluse e da tempo in attesa di valutazione dal Gip che noi auspichiamo intervenga al più presto".Il Procuratore aggiunto di Catanzaro, Giuseppe Borrelli, commenta i casi di coinvolgimento delle forze dell'ordine nelle attività della 'ndrangheta, emersi da operazioni come quella della squadra mobile di Catanzaro che ha sgominato una banda di narcotrafficanti, coinvolto anche un ex carabiniere, finito ai domiciliari. Borrelli spiega che, da oltre un anno, la Procura ha chiesto l'emissione di diverse misure di custodia cautelare, ma l'ufficio del Gip non è ancora riuscito a vagliare le richieste."Il problema della fedeltà delle forze di polizia, che si impegnano ogni giorno a supporto della magistratura, è oggetto di particolare attenzione della Procura di Catanzaro. L'esistenza di mele marce compromette l'attività della magistratura". Il magistrato spera in un pronunciamento in tempi brevi a tutela degli stessi indagati.