Milano, (TMNews) - Estorsioni e usura esercitate in modo sistematico e continuo, riciclaggio di denaro contante in grandi quantità provento del traffico di droga e del commercio di armi: sono alcune della attività svolte dal gruppo criminale scoperto dalla Guardia di finanza di Milano, che ha arrestato 23 persone, una finita ai domiciliari, alcune legate alla famiglia di 'ndrangheta Facchineri di Cittanova, in provincia di Reggio Calabria, che opera a Milano.Tra i reati contestati, alcuni con l'aggravante del metodo mafioso, riciclaggio, usura, estorsione, truffa, corruzione, associazione a delinquere, furto aggravato, ricettazione ed evasione. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria e del Gruppo Pronto Impiego di Milano hanno anche scoperto una seconda organizzazione criminale dedita ai furti notturni a camion e capannoni industriali: i beni rubati venivano rivenduti presso mercatini domenicali nella periferia nordoccidentale milanese.Nell'operazione Black Hawks sono stati sequestrati 9 immobili in provincia di Monza, Modena e Bologna, 7 automezzi, 3 società in provincia di Monza e Modena, 35 conti correnti, 3 polizze assicurative e 3 cassette di sicurezza, per un valore complessivo di oltre cinque milioni di euro.