Tonga, (TMNews) - Immersa in acque cristalline e nascosta da coralli e pesci di mille colori c'è una nave pirata con tanto di tesoro. A Tonga è stato scoperto il relitto di un vascello dell'inizio del diciannovesimo secolo, affondato nel Pacifico, vicino all'isola di Foa.Secondo le prime informazioni si tratterebbe della Port-au-Prince, appartenuta a un corsaro inglese, e salpata nel 1805 da Londra con la missione di assaltare e saccheggiare i vascelli di Spagna e Francia, avversarie della corona britannica.Sull'identità del relitto non v'è ancora totale certezza, ma se davvero si trattasse della Port-au-Prince sarebbe una scoperta piena di fascino. La storia di questa imbarcazione sembra davvero uscita da un film sui pirati. Dagli annali infatti risulta che il vascello, dopo aver razziato insediamenti e imbarcazioni spagnoli in Perù, virò verso il Pacifico insulare, ma a Tonga fu attaccata dalla popolazione locale, agli ordini del re Finau 'Ulukalala II. La quasi totalità dell'equipaggio venne massacrata. Dalla nave il re fece prelevare i cannoni e il ferro, prima di affondarla con tutto il suo prezioso carico, probabilmente oro, argento e rame. Ora il tesoro nascosto potrebbe tornare alla luce.(immagini AFP)